martedì 24 aprile 2012

Oleolito di edera anticellulite


Salve a tutti, oggi vi racconto come ho auto prodotto il mio oleolito di edera.

Aggiorno il post perchè dopo un pò di studi approfonditi, ho scoperto che ..aimè i principi attivi anticellulite contenuti nell' edera..ovvero le saponine, sono idrosolubili e non liposolubili.
L' oleolito quindi avrebbe avuto solo qualità emollienti fin'ora...
Siccome sono una testona e facendomi forte del fatto che, il mio oleolito, viene usato da mie amiche che lo trovano un ottimo aiuto, ho voluto inadagare a fondo ed ho scoperto...
Sorpresa! che comunque l'azione c'è...più blanda e di altro tipo ma la funzione c'è  e per me  tanto basta.


Copio il passaggio scritto da  Landre sul suo forum che, per chi non lo sapesse è un esperto di fitoterapia e cosmesi:
"'oleolito di edera, realizzato principalmente con foglie fresche...  ha meno proprietà degli estratti sopracitati  ( si riferisce a idroglicerinati) e la sua azione rinvigorente epidermica è data quasi esclusivamente dal fatto che è leggermente irritante, quindi stimola i vasi sanguigni superficiali della pelle, togliendo l'infiammazione da cellulite.
Considerare la singola edera un anticellulite è esagerato. Può essere un coadiuvante"


Così con pochi ingredienti ho creato un oleolito validissimo, che uso come base nel  talasso scrub home made che faccio dopo ogni doccia.
Ingredienti:
foglie di edera (raccolte in giardino, possibilmente quelle più piccole perchè hanno più principio attivo)
origano secco ( quello per la pizza )
the verde ( quello bio del supermercato)
olio girasole
un barattolo di vetro pulito e sterilizzato di vetro oscurato ( io li tingo con colore per vetro)
  Procedimento:
Prendete le erbette e lasciatele  seccare se non lo sono già, per almeno due giorni in luogo ventilato ma non esposto al sole, dopodichè  trituratele  grossolanamentee mettetele  nel vaso che ricoprirete con l'olio. Chiudete il barattolo e rivestitelo di carta stagnola, lasciatelo riposare in un luogo buio ed asciutto per 40 giorni, avendo cura di scuoterlo ogni tanto.
Terminato il periodo di macerazione, filtrate una prima volta e riponete il barattolo nuovamente per almeno 1 giorno, così da permettere il deposito di residui sul fondo.
Filtrate quindi per l'ultima volta e riponete in un barattolo scuro.
Fare gli oleoliti dà grande soddisfazione, ed è relativamente semplice.

 Se vi iscrivete vi invio il mio file pdf  Erbe ed oleoliti.
 Un abbraccio
By Anto

 Stai pensando di fare un viaggio o vuoi iniziare a preparare le vacanze estive..fai un giro QUI
Troverai offerte e sconti anche fino al 90%.