lunedì 15 luglio 2013

Oli detergenti da doccia per pelli delicate o dermatosiche

Ciao a tutti, oggi vi spiego come ho fatto il mio ( anzi i miei) oli da doccia...sì perchè vi mostrerò due metodi per fare un olio da doccia che sia emolliente, delicato e detergente.
Il primo metodo è stato mostrato in un video-post da Marti de " Il mio angolo alchemico" QUI.
Per essere onesta avevo già fatto una cosa simile per me svariati mesi fa e non l'avevo pubblicato proprio   perchè lo trovavo davvero semplice da ottenere, direi troppo scontato..
L' ingrediente principale infatti è un tensioattivo acquistabile su aroma-zone che lo definisce appunto utile nella preparazione di oli da bagno o acque micellari, quindi chiunque lo avesse acquistato ne sapeva bene l' uso e il dosaggio.
Però mi sono accorta che, in alcuni casi è meglio passare per ripetitivi o scontati, piuttosto che non scrivere ciò che si prova su stessi...quindi bando alle ciance ed eccovi la ricetta dell' olio da doccia " Tahiti"!


OLIO DA DOCCIA TAHITI 
olio tahiti


INGREDIENTI:
Olio di ricino solfato 40 gr
Olio  leggero e con odore poco percettibile 60gr ( io non ne avevo ed ho usato il sesamo bio..che però si sente abbastanza...meglio quello di riso  ;)
Aroma-fragranza- olio essenziale qb ( io ho usato "morea" di aroma -zone..da qui il nome " Tahiti")

Preparazione:
In un barattolo apposito da olio da doccia ( io ne riciclo quantità industriali di quelli da doccia -shampoo) miscelate gli ingredienti avendo cura di scuotere a lungo per permettere al tensioattivo di sciogliersi nell' olio da voi scelto ed alla profumazione di espandersi. Attenzione se usate oli essenziali non esagerate e soprattutto non usate quelli agli agrumi nel periodo estivo, perchè sono fotosensibilizzanti.

Uso e parere personale:
Si usa come un normale detergente da doccia, ma lascia la pelle morbida ed idratata..inoltre se soffrite di dermatite o simili patologie vi accorgerete sin da subito che non ci sarà prurito post doccia.

Il secondo olio da doccia ( sarebbe meglio chiamarlo latte ) è il risultato di un esperimento effettuato per ottenere un prodotto detergente che avesse un ph neutro, fosse gentile con la pelle e che potesse contenere una parte di olio.
Ho così pensato al metodo che avevo usato per fare lo struccante bifasico e l'ho usato eliminando la fase acquosa.
Il risultato è davvero troppo semplice da riprodurre e carino, ottimo se non si possono acquistare prodotti da spignatto ma si vuole comunque ottenere un prodotto che deterga senza irritare.

OLIO LATTE DA DOCCIA "CAMOMILLA"
olio latte camomilla

INGREDIENTI:
Detergente intimo bio 33 gr ( io alla camomilla)
Olio leggero senza odore 66 gr
Aroma-fragranza-olio essenziale qb

Preparazione:
Seguite la stessa identica preparazione dell' olio Tahiti, unica differenza sarà il colore..infatti il tensioattivo del detergente intimo diverrà bianco una volte miscelato con l'olio.

Uso e parere personale:
Come l'altro si usa come un normale doccia shower, la pelle risulta comunque un pò meno idratata ma comunque sempre più protetta e morbida.

Consigli utili: 
-Vi consiglio comunque di scuotere i prodotti prima della doccia, soprattutto perchè le fragranze tendono a depositarsi.
-Gli oli da doccia aiutano a rimuovere i filtri chimici delle lozioni solari dalla pelle perchè legano le suddette molecole all'olio.
-L' uso di un detegente intimo neutro  ph 5- 5,5  che abbia poca profumazione vi permetterà di profumare il latte a piacere..se vi capita ( come a me) di trovarlo con una forte profumazione, sceglietela che sia di vostro gradimento perchè non è detto che venga poi coperto da un' altra aggiunta da voi..

Mi scuso per le due foto..purtroppo non mi è riuscito di farne decenti, l' importante era comunque far vedere la differenza tra l'olio "Tahiti"  (incolore quasi)  ed il latte "Camomilla" ( bianco ed opaco).

Se provate fatemi sapere
Un abbraccio
By anto