martedì 24 aprile 2012

Sapone Alga usi e test


Oggi parliamo del famoso o famigerato sapone Alga.
Dico così perchè in internet ci sono pareri discordanti su questo sapone, c'è chi lo glorifica e chi lo demonizza, così per fare una prova ne ho acquistato un panetto che testerò per voi.
L'ho acquistato alla Coop, a circa 90 centesimi.
Si presenta come un blocco giallo, trasparente e di consistenza molliccia, sulla confezione c'è scritto " Sapone Alga".


Altre diciture dicono che è biodegradabile al 100%, ecologico, non contiene fosforo e che è prodotto con solo olio di cocco raffinato, glicerina, acqua demineralizzata ed aromi naturali.
Anche se sono alle prime armi, ed ancora non ho auto prodotto i miei saponi, mi sono comunque chiesta come fosse possibile la saponificazione, e grazie alla preparatissima regina del sapone, ho scoperto che è fatto con la potassa, o carbonato di potassio, da qui la consistenza blobbosa.
Viene indicato come sapone per lavatrice, ed anche se mi ci sono lavata le manine senza avere effetti particolari, ammetto che non mi piace molto l' effetto secchezza che lascia.
Quindi assodato che non è adatto per la pelle, almeno non puro, ho deciso di lavarci i panni in lavatrice.
Reperita la ricetta per farlo liquido e su come usarlo con buoni risultati,  sempre sul sito della fantastica  "regina del sapone", stamattina ho prodotto circa 500 ml di sapone fluido.
Poi ho caricato la lavatrice con i panni del cambio di stagione del mio bimbo, quindi panni puliti solo da rinfrescare, ed una maglia sporca di mio marito.
ho inserito un intero misurino, pieno fino all' orlo, di sapone alga, ed ho aggiunto nello scomparto detersivi della lavatrice, un cucchiaio abbondante di soda solvay, ed un cucchiaio di citrato di sodio ( quello che si usa per digerire). Ho messo un misurino normale di aceto profumato alla lavanda e anice stellato nello scomparto ammorbidente, ed ho avviato.
E  importante sapere che se si lavano i panni con sapone, si deve sempre alla fine usare un acidificante, come aceto o acido citrico per ottenere capi morbidi, senza residui di sapone, inoltre ha effetto anticalcare e fissa il colore. se vi preoccupate per l'odore, sappiate che non si sente, i panni sanno solo di pulito..e non di profumo che è la cosa migliore!
Al termine della lavatrice, ho steso panni puliti e morbidi, senza odori particolari, compresa la maglia di mio marito che di odore un pochino ne aveva prima del lavaggio..gli uomini sudano si sà!
quindi un buon risultato ma ripeto che i panni erano puliti, alla prossima lavatrice che farò con panni sporchi aggiornerò i risultati.
iscriviti e riceverai il mio file  pdf erbe ed oleoliti
Un abbraccio
By Anto

 Hai un blog, un sito o una pagina facebook? Sapevi che puoi guadagnare seriamente sulla pubblicità che generi? Iscriviti QUI e inizia subito...io l' ho fatto!