lunedì 3 marzo 2014

Chiacchiere o bugie senza latte e uova

Ciao a tutti, ovviamente dopo la ricetta delle frittelle o crostoli, non poteva mancare quella delle bugie...
Bugie, crostoli, chiacchiere, galani, frappe cenci...i nomi sono tantissimi ma il dolce è lo stesso e piace a tutti grandi e piccini.
Io le adoro e devo dire che mi mancano tantissimo quelle fatte a dovere ovvero con burro e uova ma si fa sempre di necessità virtù perciò mi sono creata una ricetta semplice e discretamente buona...a voi la sentenza!





Ingredienti per 3-4 persone:

250 gr farina tipo 00
25 gr zucchero
buccia grattugiata di ½  limone 
4 grammi di lievito per dolci (un quarto di  bustina)
1 pizzichino di sale
100 ml di succo d'arancia o altra bevanda a piacere ( in mancanza  acqua)
25 ml di olio di semi
25 ml di grappa oppure rum
25 ml di vino bianco oppure liquore dolce a scelta
1/2 bustina di vanillina oppure mezza fialetta di aroma
zucchero a velo vanigliato per coprire o zucchero semolato q.b.
olio di semi per friggere q.b.

Preparazione:

Mescolare con un cucchiaio bene tutti gli ingredienti secchi e disporli a fontana, quindi, al centro, mettere tutti gli ingredienti liquidi e mescolare con una forchetta finché è possibile, quindi impastare a mano fino a formare un panetto liscio.
Dividerlo in quattro o cinque parti e stenderlo con un mattarello con molta pazienza, fino a formare una sfoglia sottilissima, come un velo (se avete la  macchinetta, arrivare allo spessore più sottile).
Con una rotellina a taglio smerlato ricavare dei rettangoli al centro dei quali fare un altro taglio.
Procedere così fino alla fine dell'impasto.
Friggere le chiacchiere in olio caldo, mi raccomando non fumante, girandole almeno una volta e, quando saranno dorate, scolarle bene e sistemarle su un piatto rivestito con carta assorbente. Una volta fredde, cospargerle di zucchero a velo vanigliato oppure zucchero semolato da entrambi i lati.

 DRITTE:   
 °Vanno bene: la grappa,  il rum e penso anche cognac e whisky, così come il vino bianco si può sostituire con un liquore dolce..tipo maraschino, strega etc…
°Se stendete a mano non è possibile raggiungere lo spessore di 1 mm al massimo, e con tanta fatica, riuscirete ad arrivare a 1,5 – 2 mm, ciò è dovuto a tanti fattori primo fra tutti il fatto che a mano non si riesce a dare la stessa forza ed a distribuirla in maniera uniforme a tutta la pasta. 
 °Con lo zucchero a velo vanigliato otterrete un prodotto ottimo, simile a quello industriale, ma se non lo avete non disperate, io le ho sempre fatte con quello semolato e da bambina nessuno che le facesse in casa lo ha mai usato..quindi no problem!  
°Non cuocetele troppo...le mie sono un pò scurette e non sono perfette, meglio appena colorite!
°L’ olio migliore per friggerle? Girasole o arachidi..saranno gustosissime!
Se avete domande o dubbi, scrivetemi pure..
Un abbraccio By Anto